Ultima modifica: 15 Marzo 2021

Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale

Patto per l’innovazione del lavoro
pubblico e la coesione sociale

I segretari generali di Cgil, Cisl e Uil Maurizio LandiniLuigi Sbarra e Pierpaolo Bombardieri hanno firmato il 10 marzo insieme al Premier Mario Draghi e al ministro Renato Brunetta il Patto per l’innovazione del lavoro pubblico e la coesione sociale. Scarica il testo.

“È un atto molto importante – ha affermato Landini – sia per i contenuti del Patto sia per il significato che esso ha. La scelta di investire sul lavoro, sull’innovazione del lavoro pubblico, sulla buona occupazione, sulla formazione sull’investimento per un miglior funzionamento di tutto il lavoro pubblico e quindi per migliorare i diritti dei cittadini e favorire il processo di funzionamento della macchina pubblica credo – ha proseguito – sia un obiettivo molto importante e che sia assolutamente importante il modo e il metodo con cui ci stiamo muovendo”.

Le lavoratrici e i lavoratori pubblici protagonisti del cambiamento: che cosa prevede il Patto.

Approfondimento su Collettiva.it.

Cordialmente
FLC CGIL nazionale

Link vai su

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi